Maltrattamenti in carcere per i giovani in Australia, stile Abu Gharaib ( VIDEO )

Il Primo Ministro australiano ha aperto un’inchiesta dopo la trasmissione di filmati riguardanti dei giovani in stato di detenzione. Tali filmati riportano abusi che ha definito lo stesso ministro “ profondamente scioccanti”. Incappucciati e legati imitando Abu Ghraib a Guantanamo. Il centro di detenzione incriminato si trova fuori Darwin, nel territorio nord dell’Australia. Le immagini dei maltrattamenti sono state messe in onda dal programma televisivo Four Corners, mettendole a confronto con Guantanamo Bay.

I maltrattamenti delle guardie carceraria riguardano abusi fisici ed umiliazioni, come ha provato lo stesso programma televisivo dopo le indagini giornalistiche, quali le immobilizzazioni e spunti in volto. Il 96% della popolazione carceraria giovanile è rappresentata dagli indigeni australiani, l’inchiesta televisiva ha messo in luce il trattamento in Australia della popolazione locale originaria conducendo alla firma di una petizione per la nascita di una commissione d’inchiesta.

Il Primo Ministro australiano, Malcom Tunbull, ha ribadito che la detenzione dovrebbe venire svolta rispettando i principi umanitari e attenzione dell’individuo, l’assistente del ministro, Patrick Dodson, ha affermato “ Le leggi possono essere parte del problema”, sottolineando che dovrebbe venire preso in considerazione una riforma del diritto carcerario. D’altronde l’Australia nacque proprio come colonia carceraria. Il personale del centro di detenzione minorile ha, in uno dei casi di maltrattamento, ricorso al gas lacrimogeno affermando di averlo dovuto fare per impedire un’evasione. Tuttavia un solo giovane provò a fuggire ed altri cinque hanno subito gli effetti del gas e conseguenze per il tentativo di fuga.

Il dottor Stephen Gray, un associato del Centro di Castan del Monash University per la tutela dei diritti umani, ha affermato che le rivelazioni delle ultime 24 ore richiedono una reazione severa. Il vice ministro australiano, Barnaby Joyce, ha affermato che “ questa non è l’Australia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *