Francia, assalto in chiesa al grido di Daesh, sgozzato il prete. Hollande: “C’è la mano dell’Isis”

CoR6MbhWEAAzoEB

E’ successo in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray. Blitz delle teste di cuoio libera gli ostaggi. Tre i feriti, di cui uno in condizioni gravissime.

C’è la mano dell’Isis dietro all’orrore andato in scena vicino a Rouen in Francia: a confermarlo il presidente francese Francois Hollande e anche Daesh ha rivendicato l’attentato. Due uomini armati di coltelli hanno fatto irruzione durante la messa in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray al grido di ‘Daesh’ e ‘Allah Akbar’ ed hanno ucciso il parroco – sgozzandolo – dopo averlo preso in ostaggio insieme a due suore e due fedeli. A dare l’allarme é stata un’altra suora, che é riuscita a scappare. Una tv francese sostiene che “uno dei due assalitori era schedato con la lettera S“, quella che indica gli individui potenzialmente radicalizzati a rischio di passare all’azione.  Lo stato islamico ha rivendicato l’attacco a Rouen affermando che è stato compiuto da due ‘soldati’ del gruppo.

Il presidente francese, Francois Hollande è arrivato sul posto insieme al ministro dell’Interno, Bernard Cazeneuve. Hollande è nato a Rouen, a una decina di chilometri dal luogo in cui è avvenuto l’orrore. Un attentato terroristico perpetrato da due individui che hanno agito “in nome dell’Isis”: lo ha detto il presidente francese, Francois Hollande, condannando l'”ignobile” assalto alla chiesa nei pressi di Rouen. Il premier francese, Manuel Valls, in un messaggio su Twitter, esprime “orrore di fronte al barbaro attacco nella chiesa di Seine-Maritime. La Francia intera e tutti i cattolici sono stati colpiti. Faremo blocco”.

immagine di padre Jacques Hamel sull’altare

immagine di padre Jacques Hamel sull’altare

LA DINAMICA DELL’ATTACCO A ROUEN – Due uomini armati di coltelli hanno fatto irruzione questa mattina in una chiesa di Saint-Etienne-du Rouvray, vicino Rouen, ed hanno ucciso il parroco – sgozzandolo – dopo averlo preso in ostaggio insieme a due suore e due fedeli. A dare l’allarme é stata un’altra suora, che é riuscita a scappare. In un primo momento i media francesi avevano parlato di “squilibrati”, ma col passare delle ore é emersa più chiaramente la natura dell’attacco, la cui matrice ha tutta l’aria di essere legata al terrorismo islamico. A cominciare dal fatto che i due, secondo le Point, sono entrati nella chiesa gridando ‘Daesh’, l’acronimo arabo per indicare l’Isis. Le teste di cuoio hanno dato l’assalto alla chiesa “neutralizzando” i due uomini (un agente sarebbe rimasto ferito nel blitz), riferisce I-Télé e gli inquirenti stanno cercando di far luce su questo ennesimo episodio di violenza mentre la Francia si trova ancora in stato di emergenza, che durerà fino al gennaio dell’anno prossimo.

Fonti : ANSA, YOUTUBE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *