Terrorismo, 2 arresti ed una denuncia

manette

Sono stati eseguiti due arresti ed una denuncia a residente in Italia operati dalla Polizia di Stato nell’ambito di un’indagine per accertamento di finalità terroristiche. La note rilasciata dalla polizia spiega che i tre, tutti marocchini tra i 27 ed i 44 anni, sono residenti nella provincia di Savona e presenti nel nostro Paese da anni. Hanno precedenti per spaccio di sostanze stupefacenti, lesioni personali e materiale falsificato.

L’indagine della Procura Distrettuale Antiterrorismo di Genova prende piede dalla segnalazione di una giovane savonese al Commissariato di P.S. online della Polizia Postale e delle Comunicazione di Imperia riguardo un messaggio ricevuto via Whatsapp da un contatto non presente nella rubrica e proveniente dal Marocco. A spingere la giovane a presentare la denuncia l’immagine del profilo ritraente una ragazza con in pugno un fucile d’assalto.

Le indagini hanno ricostruito una fitta rete di contatti dai quali emergeva il sospetto di una possibile attività dei tre indagati riferito al proselitismo per lo Stato Islamico. Grazie all’investigazione avuta anche attraverso le intercettazioni telefoniche, assieme al monitoraggio delle navigazioni internet, è apparso evidente che i tre creassero dei profili facebook utilizzando numero di cellulare intestati ad altre persone.

Perquisizioni sono state disposte presso le residente degli indagati trovando, appunto, cellulari che hanno evidenziato da subito la presenza di ulteriori profili in lingua araba. Nel corso delle perquisizioni sono stati trovati bilancini, cocaina, cinque mila euro e documenti, non rubati, quali carte di identità al vaglio degli investigatori. Si indaga affinché venga approfondita la possibile presenza di legami ad attività di mero spaccio oppure che serva per fini differenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *