Cellulare, perché si chiama così?

cellulare

Fino agli anni 70, la parola cellulare non aveva niente a che fare con l’elettronica o la telefonia. Tra gli usi consueti, oltre a quelli riferibili alle cellule (biologiche), c’era quello di furgone della Polizia per il trasporto dei detenuti. Si inizia a usare cellulare in ambito telefonico nel 1979, quando The Bell System Technical Journal, una rivista per addetti ai lavori, pubblica l’articolo The Cellular Concept, di V.H. MacDonald. MacDonald descrive lo schema di una rete di telefonia mobile, che è composta da “celle”, con i ripetitori disposti a una precisa distanza l’uno dall’altro, così che il segnale della rete  si mantenga costante anche quando il telefono si muove. Ma l’invenzione dello schema era precedente.

Cellule. Il sistema era stato messo a punto nel 1947 da Douglas H. Ring e W. Rae Young, ingegneri presso i Bell Labs, che avevano disegnato una rete di ripetitori in quello che avevano chiamato schema  cellulare perché ogni ripetitore con la sua area di copertura sembrava una cellula biologica.

Fonte: Focus

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *