Theresa May contro i lord che vogliono ritardare il Brexit

theresa-may

Continuano i problemi in Gran Bretagna per il dopo Brexit. Infatti la Premier, Theresa May, si trova avanti all’azione perpetrata dai lord del Parlamento che vorrebbero ritardare l’entrata in vigore dell’articolo 50, quello che prevedere l’uscita dall’Unione Europea. Il portavoce ufficiale ha affermato che Il Primo Ministro è stato molto chiaro “ il Brexit significa Brexit”. Ha continuato chiarendo che stanno lavorando portando avanti i negoziati con l’Unione Europea.

Baronees Wheatcroft, l’ex redattore capo del Wall Street Journal Europe, parlando a The Times ha affermato che sarebbe augurale un nuovo referendum per impedire l’uscita dall’Unione Europea. Ciò siccome gli effetti negativi sarebbero molto maggiori di quelli positivi.

La Gran Bretagna ha scelto il proprio avvenire abbandonando l’unione, tuttavia si riscontrano negli elettori enormi dubbi riguardo le conseguenze per l’intero Paese. Molti, infatti, hanno preso adesso consapevolezza di ciò che significa. Tuttavia il Governo appoggia la decisione conquistata nel referendum ed opera affinché siano prodotti gli effetti voluti portando avanti l’azione di separazione, anche se il Parlamento sembra volerle ritardare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *