L’Inghilterra si prepara all’attacco dell’Isis

Sir Bernard Hogan Howe

Sir Bernard Hogan Howe

A seguito degli eventi terroristici che hanno sconvolto la Francia, l’Inghilterra si prepara all’attacco, senza considerarne la possibilità, bensì quando accadrà. Lo conferma il capo della polizia metropolitana inglese, Sir Bernard Hogan Howe, che ha ammesso che in tutto il territorio è alto il senso di paura che si possa verificare un evento terroristico e che non è in grado di fornire rassicurazioni all’opinione pubblica su questa eventualità.

Ha affermato al Mai on Sunday : “ Tutti abbiamo visto le recenti atrocità terroristiche, ora c’è un maggiore senso di paura e lo capisco. Il mio compito è quello di prevenire un attacco del genere ma non posso rassicurarvi del tutto. Un attacco è altamente probabile, si potrebbe dire che non si tratta di un caso di eventualità ma di quando succederà”. A certi la franchezza del capo della polizia metropolitana poco rassicura, tuttavia proprio la consapevolezza del pericolo consente di vagliare ogni possibile minaccia con maggiore attenzione.

Secondo le fonti interne gli estremisti islamici stanno pianificando le loro azioni, attacchi a centri commerciali, stadi ed in particolari a Westfield nella zona di Londra. Sul territorio inglese si opera per aumentare il numero di agenti armati ed addestrati per affrontare l’imminente attacco terroristico. Per il momento sono 2000 gli uomini sul campo. Sir Bernard ha dichiarato che la collaborazione tra forze di polizia e servizi segreti è un grande vantaggio in questo momento di paura, spiegando che la legge severa sulle armi in Inghilterra rende molto più difficile la possibilità di un attacco, ovviamente questo non significa il venire meno del timore di un attacco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *