Piramidi Europee

Come sappiamo le piramidi sono grandiose realizzazione architettoniche del passato, costruite con pietra e sangue,  quello degli schiavi, perché la mente immediatamente vola sino in Egitto. Ma non sono queste le più antiche e né le più grandi. Oltre vi sono le piramidi americane, costruite da Inca, Maya e Aztechi, per intenderci sono quelle che non hanno la punta in cima. Eppure la più grande ed antica, forse, è poco distante dall’Italia, infatti si trova a Vosoko, Bosnia, risalente per alcuni a 12.000 anni fa per altri più di 35.000. Scoperta per puro caso, durante la guerra civile, una batteria di artiglieria pesante, allocata vicino ad una grossa collina, ad ogni esplosione di colpi vibrazioni strade percepite dal terreno innaturali, come se fossero dovute allo scuotimento di una struttura. La scoperta vera e propria fu compiuta da Samir Osmanagic, che trovò una prima piramide, alta 220 metri ed ogni lato di circa 360 metri, ed una seconda, raggiungibile da un tunnel sotterraneo lungo circa 50 metri, di minori dimensioni.

Eppure si conducono da anni dispute archeologico-scientifiche tra lo scopritore e geologi/archeologi i quali affermano che tali piramidi sono naturali e non frutto di realizzazione umana, affermano pure che il tunnel sotterraneo dicono sia nato grazie alle normali attività geosismiche. Persino su alcune incisioni e scritte ritrovate affermano alcuni scienziati essere state apposte dopo che il primo gruppo di ricerca ha fatto visita al sito. Qualunque sia la verità, che i luoghi visitati finora sono creati da uomini vissuti migliaia di anni fa oppure di uomini dei giorni d’oggi rimane, tuttavia, una stranezza quanto mistero la presenza di formazioni come quelle rappresentate nelle foto qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *