Niente nuovo pc portatile per Huawei

Huawei, Huawei…. Perché sei tu Huawei? Non potevi sorgere in uno dei fiorenti Stati degli USA? I guai continuano, un accanimento senza precedenti, forse giustificato o magari solamente opera di una politica economica che produce ritorsioni anche nei confronti di chi la vuole.

Huawei ritarda la messa in commercio del suo nuovo Matebook, un portatile che avrebbe avuto come mercato tutti i continenti. Il problema è che necessita di prodotti americani; infatti monta Windows 10 ed un processore Intel. Dunque, a causa dei dazi imposti da Trump, la società cinese deve rinunciare alla produzione, perché non potrebbe mai soddisfare la richiesta. Tuttavia questa presa di posizione USA causa problemi alla sua stessa economia. Colpiti da contro dazi i prodotti esportati verso la Cina, ma adesso alcuni non partiranno completamente.

Il costo aumenta delle componenti, per questo Huawei deve ritirarsi. Forse questo spingerà altri produttori europei ed asiatici ad offrire qualche soluzione, seppure come sappiamo al mondo Intel e Amd sono i colossi per la produzione delle CPU. Comunque sia l’azione di Trump sta causando danni a tutte le parti coinvolte, anche al Paese che dovrebbe lui tutelare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *