Bruxelles, festa nazionale 21 luglio, paura Isis

005420937-50971375-7b17-483a-86e0-63b7900a1c57

Paura per la festa nazionale del 21 Luglio a Bruxelles, Belgio. In vista di questa festività, il capo dei servi di intelligence interna del Belgio ha attuato una revisione delle procedure di sicurezza dopo gli eventi della Costa Azzurra. La strage Nizza ha posto attenzione ad una modalità di attentato che esula dalla visione comune, una forsennata corsa con un autoveicolo con il mero scopo di travolgere ed uccidere spinge ad assumere un nuovo approccio. Afferma il funzionario : “ Auto e camion bomba potrebbero essere utilizzati per attaccare non solo soft target (bar, ristoranti, aeree pedonali) ma anche infrastrutture critiche quali centrali nucleari, centrali elettriche, stazioni ferroviarie ed aeroporti. È probabile che i prossimi attacchi assumano sempre più una modalità composta da un gruppo di fuoco, attentatori suicidi e auto-bomba”.

Da notare, comunque, che i quotidiani mondiali si scagliano proprio contro l’intelligence belga. Le forze di sicurezza e dei servizi di raccolta di intelligence belgi «sono stati letteralmente sopraffatti dalle indagini a seguito degli attentati di Parigi, disponendo allo stesso tempo di poche risorse per concentrarsi su altre piste», riportano molti giornali, tra cui Mashble. Il problema dei servizi di sicurezza del Belgio «non consiste nel fatto che sono incompetenti – spiega al Newsweek l’esperto di estremismo islamico Jason Burke – ma che sono in netta inferiorità numerica rispetto all’elevato numero di sospetti islamisti radicali presenti sul territorio». Inoltre, aggiunge la CNBC «accumulare troppe informazioni che non possono essere analizzate e utilizzate in modo tempestivo si rivela una tattica totalmente inefficace».

Il nostro paese, a quanto risulta da altri articoli e relazioni, ha il vantaggio del minore traffico di esplodenti ed armi rispetto ad altre nazioni. Ciò, comunque, dovrebbe venire coadiuvato dalla nostra intelligence ed il suo operato altamente professionale, tuttavia i timori presentati dal Belgio, il fatto che la Francia viene vantata a livello europeo come una nazione con una delle migliori intelligence, rende precaria ogni considerazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *