Gradi di giudizio

avv

Per Gradi di Giudizio si indica un iter, un percorso, che potremmo tutti incontrare durante lo svolgimento di ciò che chiamiamo, semplicemente, processo. Conta di tre stadi:

  • Primo : Il tribunale, è il primo giudice dove si aprono i procedimenti, decide con sentenza, civile o penale che sia.
  • Secondo : Corte d’Appello, si comporta come il tribunale, ma ricopre un ruolo, diciamo, superiore. Può annullare la sentenza del tribunale, modificarla, confermarla o rigettarla perché debba nuovamente svolgersi il processo.
  • Terzo : La Corte di Cassazione, il sommo giudice la cui decisione risolve la questione definitivamente. Ma questo tipo di giudizio è differente ai precedenti, segue regole vincolanti perché si possa presentare il ricorso, appunto serve un “Ammissione del Ricorso”. La corte decide approvando la sentenza, oppure rispendendola indietro indicando le vie da seguire. In effetti la Corte di Cassazione indica cosa il precedente giudice ha errato, oppure ha considerato in maniera difforme a quello che doveva essere, magari perché l’argomento trattato si dimostra complesso o nuovo e per questo non esistono precedenti casi.

Questo iter non è completamente vincolante, esistono situazioni particolari. Ad esempio, riferendoci ad un caso bene conosciuto, la trasmissione “Forum”, che non ha ad oggetto un procedimento come quello del tribunale, perché è un arbitrato. Significa che i “Giudici” non sono magistrati, bensì avvocati con almeno 7 anni alle spalle di professione oppure magistrati che sono andati in pensione o hanno dato le dimissioni per cominciare la libera professione, e le loro decisioni sono vincolanti perché le parti, cioè chi si presenta avanti al giudice, hanno firmato un documento. Quando conclude la causa il giudice usa sempre la parola : “ L’udienza e rinviata” oppure altra forma similare. Infatti chi perde può presentare ricorso, ma non alla corte d’Appello, bensì al tribunale, cioè il giudice previsto dalla Costituzione al quale si è potuto sottrarre. Esistono precisi argomenti, come le dispute condominiali, che possono essere risolte in un arbitrato, per cui nella trasmissione “Forum”, altre, come l’affidamento dei figli, sono di competenza esclusiva del Tribunale dei Minori. Per cui, quando citano numeri esorbitanti di cause svolte queste non corrispondono a situazioni risolte, bensì a procedimenti che hanno trasmesso in tv e che poi, fuori, possono essere continuate nelle aule di tribunale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *